IL PROGETTO

L'energia per il riscaldamento a Torino arriverà dalla metropolitana

L'idea degli studenti del Pilitecnico si basa sullo sfruttamento del principio della geotermia. Già installati alcuni rilevatori sperimentali nel tratto Lingotto-Bengasi in fase di costruzione

TORINO. Ricavare calore per il riscaldamento direttamente dai sotterranei della metropolitana.

Il progetto è opera degli studenti del Politecnico e si basa sul principio della geotermia che sfrutta il calore naturale della Terra per ottenere energia termica che può essere impiegata per uso domestico.

si tratta quindi di utilizzare il calore naturalmente prodotto dal nucleo del pianeta, che si diffonde anche a poche decine di metri sotto la superficie. Il principio è piuttosto noto e utilizzato in diversi contesti, ma quello che succederà a Torino è unico in Italia: grazie a un brevetto del Politecnico, sarà possibile utilizzare la costruzione di un’infrastruttura di trasporto, come la metropolitana, per ottenere calore in inverno e raffrescare gli ambienti in estate. Il tutto utilizzando la struttura di calcestruzzo armato che riveste i tunnel e che diventa “energetico”, integrato con tubi contenenti un fluido che scambia il calore con il terreno circostante e lo può trasportare in superficie.

Il primo in Italia si chiama ENERTUN e grazie alle sue potenzialità è stato finanziato dal Politecnico di Torino attraverso il bando Proof of Concept, dedicato alla validazione e prototipazione delle tecnologie. È stato installato a scopo sperimentale nella tratta Lingotto-Bengasi della linea 1 della metropolitana di Torino in fase di costruzione.

Categoria:

Regione: