IL FATTO

L'arbitro assegna il rigore, lui si rialza dopo le cure e dice: no grazie

Lorenzo Battezzati è il ragazzo sulla destra
Un gesto di grande fairplay nella partita tra i valdostani dell'Aygreville e i monferrini della Fortitudo Occiminao, nel corso di un quadrangolare Allievi 2001. Il ragazzo chiede all'arbitro di annullare il rigore in suo favore. Poi gli avversari vincono

Un fatto che dovrebbe essere la norma e che, invece, quando succede fa notizia.

E’ successo due giorni fa a Gressan, in provincia di Aosta, nel corso di una gara di qualificazione ai campionati regionali per la categoria Allievi 2001 tra l'Aygreville e la Fortitudo Occimiano.

Lorenzo Battezzati, furetto tutto scatti della squadra monferrina della Fortitudo, già al 3’ minuto di gioco aveva messo a segno la rete del vantaggio e, verso la mezz’ora della prima frazione di gioco, sguscia in area e, nel tentativo di superare un avversario, cade a terra. L’arbitro non ha dubbi e, dopo aver ammonito il difensore aostano, assegna il calcio di rigore per la Fortitudo. A questo punto, Lorenzo dimostra a tutti che, oltre a essere un ottimo calciatore, è anche una persona onesta. Pur essendosi procurato qualche problema fisico per la caduta ed essersi dovuto far assistere dal massaggiatore, al momento di rialzarsi ha avvicinato l’arbitro e ammesso di non aver subìto fallo dal proprio avversario. L’arbitro ne ha preso atto e ha revocato le proprie decisioni, rimettendo in gioco la palla.

Nel capovolgimento di fronte l’Aygreville è pervenuta al pareggio, per poi vincere la sfida per 3 a 1.

Resta l’amarezza della sconfitta per la società di Occimiano, ma anche il grande orgoglio di essere stati protagonisti di un atto di ‘fair-play’ che vale più di tre punti in classifica.

Categoria:

Regione: