ECONOMIA

Le aziende piemontesi entrano nel negozio di Tmall

Alibaba incontra i manager al Centro congressi e propone l'accesso alla piattaforma numero uno in Cina e nel mondo per il commercio online: numeri straordinari. Nel 2016 il Piemonte ha esportato verso Pechino beni e servizi per 1.2 miliardi di euro

TORINO. Al Centro Congressi le aziende piemontesi, coordinate dalla Camera di commercio, incontrano i manager di Alibaba, il colosso cinese del commercio online. In Cina gli acquisti in rete rappresentano una realtà molto importante tanto che Alibaba può essere paragonato - per la capacità di coinvolgere utenti - a ciò che Facebook rappresenta sul mercato occidentale, con la differenza che la piattaforma cinese si basa principalmente sulle transazioni online.

E anche per cifre molto alte. Anche perché sono altissimi i numeri di base del mercato cinese: 668 milioni di cinesi hanno accesso a internet e Alibaba ha una quota di mercato superiore al 60% quindi sono 443 milioni i clienti attivi ogni mese.

Ci sono diverse realtà piemontesi che si sono già attivate aprendo negozi online dedicati al mercato cinese e orientale in generale: Fca, la stessa Fc Juventus, poi Lavazza, Ferrero, Superga e Fontanafredda. Significativo il caso della Levante, il nuovo modello della Maserati prodotto nello stabilimento di Grugliasco e venduto online in 177 esemplari nella prima giornata di vendite online sul sito dedicato.
In particolare Alibaba proporrà alle aziende piemontesi interessate l'accesso al portale C2C (direttamente per il consumatore) denominato Tmall.

Nei primi nove mesi del 2016 il Piemonte ha esportato in Cina beni e servizi per un ammontare di 1,2 miliardi di euro, in crescita di quasi sei punti percentuali nei confronti dello stesso periodo del 2015. Ad aumentare sono soprattutto le esportazioni di mezzi di trasporto (+40% rispetto i primi nove mesi dell'anno precedente), che superano quelle dei macchinari (il 43% a fronte del 25%). I dati sono sono stati resi noti dalla Camera di Commercio di Torino. Nel 2015 il Piemonte ha esportato in Cina merci per un valore di 1,5 miliardi di euro, con una flessione del 12,4%, mentre le importazioni, pari a 2,1 miliardi di euro, hanno evidenziato una crescita del 7,1%. Oltre a mezzi di trasporto e macchinari, la Cina ha acquistato dal Piemonte prodotti tessili abbigliamento e prodotti alimentari e bevande. Se si effettua un confronto con un periodo più lontano nel tempo, il 2010, le esportazioni piemontesi verso la Cina hanno realizzato un incremento del 61%.

Categoria:

Regione: