INCIDENTE DI CAPODANNO

Scarcerato l'investitore della ragazza uccisa a Murazzano

Concessi i domiciliari al trentenne trovato positivo al test sul consumo di alcol e cocaina che era stato arrestato con l'accusa di omicidio stradale

CUNEO. Sono stati concessi gli arresti domiciliari all'automobilista di Murazzano, in provincia di Cuneo, che la notte di Capodanno ha travolto e ucciso una ragazza di vent'anni, Clara Messuerotti, che camminava a lato della strada provinciale Dogliani-Murazzano. L'uomo, un trentenne, era stato arrestato con l'accusa di omicidio stradale e perché risultato positivo ai test sul consumo di alcol e di cocaina.
La decisione è stata presa nel corso dell'udienza di convalida della misura cautelare al Tribunale di Cuneo.
Intanto, nel pomeriggio, nell'ospedale di Mondovì, è stata eseguita l'autopsia sul corpo della vittima da parte del perito Federico Quaranta e il magistrato inquirente, il sostituto procuratore Giulia Colangeli, ha firmato il nulla osta per le esequie.
I funerali si terranno domani, mercoledì, alle 15 nella Parrocchia di Murazzano.

Categoria:

Regione: